Come identificare i segni della depressione infantile? Aiuta il tuo piccolo! | Portale femminile

Luglio 19, 2022

Come identificare i segni della depressione infantile? Aiuta il tuo piccolo! | Portale femminile

Nel mondo c'è molta ricerca sulla depressione infantile, ma noi genitori facciamo fatica ad individuarne i segni fin dall'inizio, poiché bambini e adolescenti non capiscono cosa sta succedendo intorno a loro e quindi non esprimono chiaramente le proprie emozioni. , ecco perché oggi ti portiamo alcuni suggerimenti che possono aiutarti.

 

ragazzo triste seduto

La depressione infantile è un problema psichiatrico molto ricorrente nei bambini e negli adolescenti , questa malattia si chiama disturbo dell'umore ed è un problema presente in diverse culture da secoli, quindi, dobbiamo essere consapevoli se i nostri figli hanno problemi emotivi , in ordine per evitare che questo raggiunga gli adulti, come la depressione infantile.

Pertanto, un neonato e un adolescente su 20 potrebbe presentare un caso di depressione prima di raggiungere i 19 anni, ma siamo onesti, più della metà di questi bambini non riceve cure efficaci, perché i genitori non gli danno importanza perché credono che è qualcosa di temporaneo, tuttavia, molte indagini indicano che neonati e adolescenti soffrono di depressione con sintomi uguali a quelli degli adulti, a sua volta può sembrare che cos'è il bipolarismo (sbalzi d'umore improvvisi) siano episodi lievi di depressione, ma sono di lunga durata; per questo motivo dobbiamo prestare attenzione ai problemi comportamentali dei nostri figli e quindi dare loro le cure di cui hanno bisogno per il loro corretto sviluppo mentale.

Quali sono le principali cause della depressione infantile nei bambini dai 3 ai 5 anni?

adolescente che piange

La depressione è un fattore comune tra i bambini che mancano di attenzione da parte dei genitori , che può portare a vari fattori importanti per il normale sviluppo emotivo e mentale dei bambini, quindi oggi vi darò le cause principali di questo disturbo. devi prestare molta attenzione se non vuoi che tuo figlio abbia problemi comportamentali in futuro, che potrebbero influenzare le sue relazioni personali e affettive.

Divorzio dei genitori o problemi familiari: molte volte da adulti abbiamo differenze tra coppie o membri della famiglia, che crediamo che i bambini non siano in grado di capire, e lo fanno. Le liti tra genitori colpiscono il bambino , quindi è importante se nostro figlio è già in età cosciente, spiegare che non è lui il fulcro del problema.

Morte di un familiare o di un amico conosciuto: i nostri figli sono molto sensibili a questi cambiamenti improvvisi, perché se il bambino stimava molto quella persona, il fatto che non lo rivedrà più può scatenare una forte depressione; Questo è il motivo per cui è importante parlare al bambino della morte e che è qualcosa di naturale che tutti dobbiamo affrontare un giorno.

Leggi di più  Come truccare o avere labbra più spesse senza chirurgia - Impara come rimpolpare le tue labbra con il volumizzante per labbra

Bullismo a scuola: molti dei bambini sono vittime di bullismo da parte di altri, può essere perché il bambino ha un problema fisico o semplicemente perché all'altro bambino non piacciono e iniziano le prese in giro, le percosse e il cyberbullismo (caso in cui nei social network inviano o caricare contenuti offensivi), che ti provoca stress.

Cambio di casa o quartiere: Da bambini creano la loro cerchia di amicizia, e quando questa si interrompe a causa di un cambio di residenza, sia per l'affitto o perché uno dei genitori deve andare a lavorare altrove, si sentono tristi perché pensano che non avranno più amici nel nuovo quartiere, è qui che devi parlare con il bambino del motivo del cambiamento e che troverà nuovi amici.

Segni e segnali che indicano che il bambino dai 3 ai 5 anni soffre di depressione infantile

ragazza triste

I bambini possono anche provare preoccupazioni, paure e fobie, sentirsi tristi e senza alcun supporto.

Molte paure appariranno nella sua vita nelle diverse fasi del suo sviluppo , un chiaro esempio è il bambino piccolo, che prova angoscia quando viene separato dai genitori, sebbene con l'altra persona sia ben curato; Per questo e molto altro, ti diremo quali sono i segni più ricorrenti e impareremo a identificarli facilmente per aiutare il bambino.

Bassa autostima

I bambini con bassa autostima possono mostrare segni come; indecisioni per paura di sbagliare o di sbagliare , non si fidano di se stessi e hanno problemi ad esprimere i propri sentimenti, tendono ad aspettare l'approvazione e dicono di sì per compiacere gli altri, temono che le persone li vedano come una persona cattiva e perdano l'affetto di detti le persone. Tendono anche ad avere uno stato d'animo triste, riservato e asociale.

senso di colpa

Il senso di colpa è un'emozione secondaria, significa che si apprende nel corso della nostra vita; Pertanto, se a un ragazzo viene detto che non può picchiare una ragazza, e lo fa, si sente in colpa; perché ha fatto qualcosa che non doveva fare, perché molte volte si abusa del senso di colpa nei bambini, che impedisce loro di agire; tuttavia, non è molto bene anche togliere il senso di colpa, perché se il bambino ne picchia un altro e si sente in colpa, è sinonimo di responsabilità.

Leggi di più  Come avere un viso perfetto con poco trucco

ostilità e rabbia

Quando un bambino è depresso, molti di loro lo manifestano con rabbia accompagnata da pianto, perché per loro sono sensazioni di stress, che possono anche essere accompagnate da urla o picchiate, quindi, quando si verificano questi tipi di episodi, è più consigliato è essere pazienti, e non metterci alla pari con loro; perché ciò che fa irritare di più il bambino, quindi, come genitori, dobbiamo insegnargli ad agire senza rabbia e identificarne la causa, a sua volta spiegarne le conseguenze e aiutare a risolvere il problema con calma.

agitazione e irrequietezza

Questo disturbo si verifica nei bambini che soffrono di ADHD (disturbo da deficit di attenzione e iperattività) perché è un disturbo che molte persone hanno e molti adulti hanno imparato a canalizzare, ma non a curare, la caratteristica di queste persone è che non si concentrano su un compito specifico, e non lo finiscono quando ne stanno già facendo un altro, per quanto i genitori vogliano che si concentrino su qualcosa, il bambino semplicemente non può finire il compito.

Questo a sua volta è accompagnato da scarso rendimento scolastico, non controllano le situazioni stressanti e hanno una bassa autostima.

episodi di pianto prolungati

Come identificare i segni della depressione infantile? Aiuta il tuo piccolo! | Portale femminile

Quando un bambino è depresso , di solito è sempre triste senza una ragione apparente , questo a sua volta non trova conforto in nulla; Può essere perché il bambino è molestato e non vuole esprimerlo o non sa come, può essere che viene maltrattato, o perché qualcuno importante nella sua vita è morto ed è il loro modo di esprimere la propria tristezza, quindi se noti che tuo figlio ha questo comportamento è meglio parlargli.

Noia e poca energia

I bambini depressi tendono ad avere poca energia per fare le cose, perché poiché tutte le loro energie sono concentrate sull'episodio depressivo, a sua volta il bambino si annoia di tutto e non trova ciò che vuole.

Cambiamenti nella routine del sonno

ragazza adolescente a letto

Questo è uno dei fattori più comuni, perché i bambini con questo fattore iniziano a dormire più del normale, e anche meno, poiché potrebbero non dormire bene la notte, quindi trascorrono la giornata assonnati e hanno poca energia per svolgere le loro attività, quindi se il bambino è in questo stato da molto tempo, è meglio portarlo da uno specialista; in quanto può portare a seri problemi.

Leggi di più  Come superare ed eliminare il senso di colpa o il senso di colpa della coscienza dalla mia vita? | Portale Femminile

Appetito ridotto

I bambini iniziano a perdere il gusto per il cibo, poiché si trovano in uno stato in cui tutto va male a causa di episodi di pianto, che fanno dimagrire i bambini, ma in altri casi il bambino si rifugia nel cibo per incanalare le tue energie e cercare di ottenere il tuo fuori dalla situazione in cui ti trovi.

Rimproveri

Questa sensazione nei bambini denota un'emozione di autoironia, rifiuto delle altre persone, sensi di colpa, sentirsi inutili e che sono al centro dei problemi dei loro genitori o delle persone che li circondano.

Com'è il trattamento che dovrebbe ricevere un bambino che soffre di depressione infantile?

bambini tristi appoggiati su un divano

I trattamenti per la depressione dovrebbero essere fatti con terapie con i loro genitori e farmaci.

Farmaci: i farmaci antidepressivi hanno dimostrato di essere efficaci per questo tipo di problema nei bambini e negli adolescenti, poiché questi farmaci non creano dipendenza, non sono farmaci, non creano dipendenza, non cambiano l'umore del bambino.

Tuttavia, va sottolineato che, se i risultati non si vedono tra 3 e 6 settimane o se compaiono effetti collaterali durante quel periodo, è meglio parlare con il tuo medico di famiglia e ti dirà cosa fare.

Psicoterapia con il neonato e i genitori: è molto importante che i bambini partecipino alla terapia e ai colloqui psicologici, poiché alcuni genitori incolpano erroneamente quelle difficoltà o fallimenti che ha il bambino, motivo per cui fanno vedere al bambino le cose da una prospettiva diversa. vista, queste visioni possono essere modificate con le terapie e quindi vedere le cose in modo realistico e non generare un senso di colpa nel bambino.

Come posso aiutare mio figlio con la depressione infantile?

Come identificare i segni della depressione infantile? Aiuta il tuo piccolo! | Portale femminile

La stragrande maggioranza dei bambini ha difficoltà a dire quello che ha, per paura di essere rifiutata o rimproverata dai genitori, quindi è molto importante creare delle strategie; Per identificare la causa della tua depressione, alcune delle attività che puoi fare sono leggere una storia; che ha a che fare con la tristezza, e così il bambino può dire: "Mamma, mi sento come Pepito"; È lì che puoi chiedergli cosa gli sta succedendo e, a sua volta, promuovere attività che lo aiutino a esprimere come si sente, senza opprimerlo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Go up