Quando gli specialisti raccomandano l'uso delle lenti a contatto nei bambini? | Portale femminile

Luglio 5, 2022

Rate this post

L'uso delle lenti a contatto può essere iniziato nei bambini fin dalla tenera età, tuttavia è sempre bene saperne un po' di più e oggi portiamo tutte le informazioni riferite non solo alle patologie che i bambini solitamente presentano a livello oculare , ma anche alcuni dettagli interessanti sulle lenti a contatto.

    Quali sono i problemi di vista più comuni nei bambini?

    5 Le patologie oculari sono quelle che si verificano più frequentemente nei bambini e alle quali occorre prestare attenzione sin dal primo momento per invertire il loro danno.

    • Ambliopia: una condizione in cui uno sviluppo visivo anomalo o scarso si verifica all'inizio della vita.
    • Strabismo: è definito come un disturbo in cui le pupille non seguono la stessa linea quando si concentrano da un lato. Per questo motivo, quando si guarda lo stesso oggetto, gli occhi hanno direzioni diverse.
    • Miopia : visione offuscata davanti a oggetti distanti.
    • Ipermetropia: visione offuscata davanti a oggetti vicini.
    • Astigmatismo: condizione in cui c'è una curvatura irregolare della cornea e per questo le immagini sono sfocate e il loro contorno non è chiaro.

    Per conoscere le possibili patologie oftalmologiche che un bambino presenta alla nascita o durante l'infanzia, ti consigliamo di consultare uno specialista oculista.Parlando con il tuo pediatra ti permetterà di sapere qual è l'età appropriata per frequentare questo tipo di visite mediche con tuo figlio. .

    Leggi di più  Ho molta tosse secca durante la gravidanza Cosa posso prendere? Rimedi casalinghi in caso di tosse, muco e catarro | Portale Femminile

    Perché a molti bambini non piace indossare gli occhiali?

    Il problema degli occhiali nei bambini nasce dal fatto che di solito sono molto sensibili e abituarsi ad avere gli occhiali costanti li ostacola e li infastidisce.

    D'altra parte , potrebbero vergognarsi di usarli perché pensano che sia un problema e che potrebbero essere vittime di bullismo a scuola. Quando il bambino si rifiuta di portare gli occhiali all'inizio e riceve un forte rimprovero per questo, può generare un rifiuto nei suoi confronti che diventa anche un po' difficile da gestire.

    L'argomento dell'uso degli occhiali può essere un po' difficile per alcuni genitori , ma se i vantaggi di indossarli vengono adeguatamente spiegati al bambino, la ricettività può essere gradualmente aumentata.

    I bambini possono indossare le lenti a contatto fin da un'età abbastanza giovane , a partire dai 6 o 8 anni di età. Ci sono stati casi di bambini con patologie oculari congenite che sono stati dotati di lenti a contatto e la loro retina le riceve senza problemi.

    In realtà indossare le lenti a contatto ha più a che fare con il carattere e la disciplina del bambino che con la sua età. Se tuo figlio ha la capacità di imparare a indossare le lenti a contatto, tienile nel posto giusto, lavale correttamente, quindi indipendentemente dalla loro età, possono indossare le lenti a contatto senza problemi.

    Leggi di più  Quali segni indicano che il bambino ha un ritardo psicomotorio? | Portale femminile

    L'uso delle lenti a contatto è consigliato a partire dagli 8 anni di età . Questo è più che altro perché a questa età i bambini hanno un maggiore senso di responsabilità e ci si può fidare del fatto di avere le lenti a contatto, parlando loro sempre della delicatezza con cui dovrebbero essere maneggiati.

    Tuttavia, ciò non significa che i bambini di età inferiore agli 8 anni non possano indossare le lenti a contatto. Se tuo figlio ha meno di 8 anni ma ha la capacità di capire come vengono inserite, pulite e curate le lenti a contatto, allora le potrà indossare quando vuole.

    Le lenti a contatto sono realizzate in 3 diversi materiali e il materiale migliore dipenderà davvero dal gusto di ogni persona. Ti mostriamo di seguito quali sono i materiali e i loro vantaggi.

    • Rigide e semirigide: le lenti a contatto rigide sono usate raramente oggi a causa di quanto siano scomode. Dopo quelle rigide sono arrivate le lenti semirigide e queste oltre a non essere così dure, hanno una texture leggermente porosa che aiuta l'occhio a ricevere più ossigeno, queste sono ampiamente utilizzate.
    • Idrogel di silicone: assorbono una buona quantità di acqua, che mantiene l'occhio umido e ossigenato più a lungo. Possono essere indossati per lunghe ore grazie alla loro snellezza, adattandosi meglio alla curva dell'occhio.
    Leggi di più  Come conoscere il Colore Definitivo degli occhi del mio bambino? | Portale femminile
    • Idrogel convenzionale: queste lenti sono piuttosto sottili e si adattano meglio alla cornea dell'occhio, motivo per cui sono spesso ampiamente utilizzate.
    • Monouso ogni 15 giorni: sebbene vengano sostituiti ogni due settimane, devono essere puliti e riposti in una nuova soluzione ogni notte per rimanere puliti.
    • Monouso mensile - dovrebbe anche essere pulito e conservato in soluzione ogni notte. E devono essere sostituiti una volta al mese.

    È bene ricordare che, indipendentemente da quanto tempo le lenti a contatto vengono indossate dal bambino, devono essere sostituite nel giorno stabilito . Il loro conto alla rovescia inizia a contare dal momento in cui vengono messi a contatto con l'ossigeno.

    I rischi vanno di pari passo con la cura e l'attenzione riservata a queste lenti e più con il modo in cui il bambino le tratta. Tra i rischi che si possono correre ci sono:

    • Abrasioni oculari.
    • infezioni.
    • Ulcere sulla cornea.
    • allergie.

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Go up