Come prevenire la diffusione dei pidocchi a scuola

Febbraio 24, 2022

Rate this post

I pidocchi sono sempre stati un problema quando i bambini entrano a scuola , poiché si trasmettono entrando in contatto con una persona infetta, e questo per molte persone è sinonimo di sporco e mancanza di igiene.

Il nome scientifico di questi è pediculosi , poiché è un'infezione che si manifesta sul cuoio capelluto e si trasmette da persona a persona, motivo per cui ci sono molti genitori che si preoccupano del contagio dei pidocchi. Per questi dubbi e altro è che abbiamo creato questo articolo per chiarire i tuoi dubbi e aiutarti a combattere questa piaga.

    Come si prendono i pidocchi a scuola?

    La trasmissione dei pidocchi avviene attraverso il contatto diretto con la persona colpita, questo avviene comunemente quando i bambini giocano insieme, ma oggi non è solo attraverso il gioco; perché anche i cosiddetti “selfie” con gli smartphone sono una forma di trasmissione; Dopo che i bambini si sono riuniti ed è lì che il pidocchio si incammina verso il suo nuovo ospite, all'interno di questo gruppo possiamo citare vestiti, cappelli, sciarpe, spazzole e pettini.

    Ecco perché dobbiamo essere consapevoli dei vestiti dei nostri bambini e controllarne costantemente la testa , in modo da agire rapidamente e impedire che il parassita si diffonda rapidamente nella testa del bambino.

    Tuttavia, va notato che come genitori dobbiamo essere consapevoli del corretto uso della tecnologia, poiché potrebbero essere vittime di cyberbullismo da parte dei loro coetanei dopo aver appreso che il bambino ha i pidocchi e può causare depressione.

    Quali sono le principali cause dei pidocchi nei bambini?

    I pidocchi sono un parassita che ama nutrirsi del sangue umano e può invadere la testa, il corpo e anche le zone pubiche, poiché le femmine contengono un liquido vischioso che depone le uova alla radice del pelo e il loro periodo di incubazione è di sei anni. a nove giorni circa, invece il contagio avviene quando si entra in contatto con i pidocchi o le lendini; Poiché, come si diceva prima, i pidocchi non "volano" né "saltano ", si tratta di miti da sempre coltivati ​​quando in realtà non lo sono.

    Leggi di più  Come invertire la pianificazione definitiva per ottenere la gravidanza? | Portale femminile

    Ecco perché le principali cause di contagio possono essere; contatto fisico o sfregamento della testa , tenere insieme oggetti che erano in contatto con una persona infetta, oggetti condivisi tra familiari o amici e infine abbiamo a che fare con i mobili.

    Come rilevare i pidocchi nei bambini

    Si può anche notare che il cuoio capelluto del bambino abita le uova dei pidocchi, dette lendini, sono le più facili da notare poiché sono piccole e da lì escono i pidocchi più piccoli e di solito rimangono sul retro delle orecchie o nella nuca; Un altro dei segni può essere piaghe o graffi sulla testa, collo e spalle, infine, possiamo notare che ha segni di morsi su tutta la pelle.

    Suggerimenti per prevenire la diffusione dei pidocchi a scuola

    I pidocchi sono sempre stati un mal di testa per i genitori, soprattutto quando sono a scuola, perché è lì che i pidocchi si diffondono più velocemente, anche se ora con la virtualità è stato un po' controllato, non possiamo evitarlo quando si incontrano con i tuoi amici del blocco o parcheggiare o quando vi ritrovate per un selfie.

    Ora, qui nomineremo alcuni suggerimenti che puoi applicare a casa e quindi essere in grado di sradicare questi fastidiosi bug .

    Evitare il contatto diretto nei bambini

    Dire ai bambini di non stare insieme agli altri è un compito estenuante, perché sono bambini e amano stare in contatto con altri bambini, quindi la cosa più appropriata sarebbe dire loro che per favore non unire la testa agli altri bambini, così il bambino capirai che se ti tocchi la testa con un altro potresti prendere i pidocchi.

    Pulisci bene gli spazi scolastici

    Nella fase scolastica è dove predomina questo tipo di epidemia, i bambini non hanno limiti per giocare e questo è un buon scenario per loro di ammalarsi di pediculosi, è lì che devono agire gli insegnanti; parlare con bambini che evitano di scambiare i propri effetti personali con altri, cercare di svolgere attività che non comportino uno stretto contatto con un altro bambino o attività ludiche che comportino l'unione della testa o del corpo, avvisare inoltre i genitori di prestare molta attenzione alle manifestazioni associate ai pidocchi; motivare l'igiene personale e, infine , realizzare campagne di prevenzione nelle scuole , come regalare medicinali per combatterle, tenere colloqui e consigli ed evitare così il contagio.

    Leggi di più  Come evitare un'episiotomia nel processo di nascita?

    Tieni i giorni di revisione dei capelli

    Gli educatori e i presidi delle scuole possono chiedere al dipartimento di sanità pubblica del loro paese di organizzare laboratori per controllare la testa dei bambini e, a loro volta, consegnare kit o attrezzi in modo che i bambini possano portarli a casa e i loro genitori possano aiutare a sradicare i pidocchi e quindi prevenirne la diffusione.

    Dì ai genitori se i loro figli hanno i pidocchi

    Se l'insegnante di scuola rileva che uno dei suoi studenti ha sintomi di pidocchi, è di vitale importanza avvisare i genitori, in modo che agiscano rapidamente, al fine di porre fine a questi fastidiosi insetti ed evitare il contagio.

    Come vengono trattati i problemi di pidocchi nei bambini?

    Per curare i problemi dei pidocchi nei bambini, devi prima identificare se hanno i sintomi comuni dei pidocchi e controllarne le parti del corpo perché, come accennato in precedenza, i pidocchi non sono solo nella testa .

    D'altra parte, per eliminare i pidocchi, è conveniente pettinare la persona con un pettine a punta fine, dopo aver applicato sui capelli una crema ammorbidente o un balsamo, questo può essere fatto ogni 3-4 giorni nella settimana finché non vedrai più i pidocchi né sulla testa né sul corpo.

    Tuttavia, molte persone ti consiglieranno di usare rimedi casalinghi come; Vaselina, maionese, burro, ma questi spesso non sono efficaci, per questo motivo è consigliabile rivolgersi al medico.

    Prodotti preventivi che i pidocchi non sopportano

    Nel corso degli anni i pidocchi sono diventati resistenti ai prodotti chimici, motivo per cui molte persone hanno scelto di utilizzare rimedi naturali per eliminare i pidocchi, perché non sono tossici per la pelle.

    Oli essenziali

    Gli oli essenziali sono un buon antiparassitario, poiché sono naturali; Sebbene alcuni possano essere fastidiosi a causa dei loro odori, sono buoni alleati per combattere i pidocchi; Alcuni degli oli che possiamo usare per sradicare questi fastidiosi insetti sono:

    Leggi di più  Come insegnare ai bambini il valore della gratitudine

    olio superlavandino ; la sua modalità d'uso è quella di metterne una goccia in varie parti del cuoio capelluto, grazie ai suoi componenti è efficace nel combattere e prevenire i pidocchi nei bambini di età superiore ai 3 anni.

    Olio di cocco; l'odore penetrante di questo olio fa soffocare i pidocchi e se oltre a questo si mette olio di lavanda o tea tree è più efficace, la sua forma di applicazione è quella di appoggiare il prodotto sul cuoio capelluto, quindi avvolgere i capelli con un sacchetto di plastica per circa un'ora, quindi lava i capelli con uno shampoo antipidocchi , quindi pettina i capelli umidi con un pettine fine per rimuovere i pidocchi morti.

    Vaselina

    Spalmate la vaselina su tutta la capigliatura, avendo cura di coprire anche la nuca e le orecchie, una volta fatto questo coprite la testa con un sacchetto di plastica o una cuffia, evitando che goccioli, quindi lasciatela in posa per due ore a soffocare i pidocchi e le lendini. Quindi rimuovere il cappuccio o il sacchetto e metterlo nel cestino della spazzatura, tuttavia, affinché questo prodotto possa essere rimosso facilmente, i capelli devono essere spruzzati con olio per bambini e quindi è necessario lavarli con abbondante acqua e shampoo e strizzare i capelli molto bene per rimuovere tutto il grasso in eccesso.

    Maionese

    La maionese ha lo stesso procedimento della vaselina, perché il suo modo di agire, come già detto, è soffocare pidocchi e lendini , tuttavia non è necessario mettere l'olio per bambini perché esce più facilmente.

    Aceto

    L'aceto, in particolare l'aceto bianco, è sempre stato usato come antibatterico , però serve anche per rimuovere le lendini dal cuoio capelluto in quanto funge da solvente e facilita l'estrazione delle lendini, l'aceto deve essere miscelato con acqua e posto sui capelli preventivamente lavato e umido; Lascia agire per qualche minuto e poi passa il pettine, ma attenzione, questo da solo non scomparirà, deve essere costante.

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Go up