Perché l'allattamento al seno previene il cancro al seno? | Portale Femminile

Novembre 12, 2021

Oggi il cancro al seno è uno dei più comuni nelle donne. Tuttavia, se rilevato in anticipo, ha un'alta percentuale di superamento fino all'80%. Si stima che una donna su otto lo sperimenterà ad un certo punto della sua vita e che nei paesi sottosviluppati è diventato un grave problema.

Tuttavia, molti studi stanno ancora indagando sui motivi per cui è stato stabilito che dare ai bambini l'allattamento al seno ha contribuito a ridurre i casi di cancro al seno. Ciò può essere correlato all'elevata produzione di prolattina, l'ormone responsabile della possibilità di allattamento al seno. Se sei una mamma e stai allattando o se sei incinta e non sai cosa fare, ti consigliamo di continuare a leggerci in modo da poter prendere una decisione.

    Indice

      Che cos'è il cancro al seno e come si sviluppa nelle donne?

      Il cancro è un gruppo di oltre 100 malattie che possono verificarsi in diverse parti del corpo. Nel nostro organismo ci sono cellule che sono le unità di base che lo compongono. Crescono e si dividono per produrre nuove cellule quando il corpo ne ha bisogno, hanno una durata in cui poi invecchiano o si danneggiano, prendendo così nuove cellule al loro posto.

      Quando il cancro inizia, si verificano cambiamenti genetici che interferiscono con il processo e fanno sì che le cellule inizino a crescere in modo incontrollato fino a quando non producono una massa chiamata tumore, che può essere benigna. In altre parole, può crescere ma non diffondersi al resto del corpo o cancro maligno, che può causare metastasi.

      Leggi di più  Cos'è l'Iperidrosi Facciale e come prevenirla o curarla?

      Il cancro al seno si verifica quando le cellule di questi si moltiplicano in modo incontrollato e ne esistono diversi tipi che variano a seconda di dove si verifica. Un'alterazione nel DNA delle cellule avvia un funzionamento anomalo delle proteine prolattina, estrogeni e progesterone, che inizieranno a funzionare come iniziatori del tumore. Può essere presentato in:

      • I lobuli che quelle ghiandole incaricate di produrre il latte
      • Le condotte preposte al trasporto degli stessi
      • Il tessuto connettivo costituito da tessuto fibroso e grasso, che sostiene e circonda entrambi i seni.

      Nel tempo questo tumore può diffondersi al di fuori del seno, passando nei vasi sanguigni e linfatici. Questo è chiamato metastasi.

      Quali sono i principali fattori di rischio che possono causare il cancro al seno?

      Ci sono alcuni fattori di rischio che possono contribuire alla comparsa del cancro al seno e possiamo riassumerli come segue:

      • Dopo i 50 anni c'è un rischio maggiore di essere diagnosticati.
      • Storia familiare di cancro al seno o alle ovaie .
      • Storia riproduttiva, le donne che si sono sviluppate prima dei 12 anni e hanno raggiunto la menopausa dopo i 55 sono esposte agli ormoni per un tempo più lungo, il che aumenta il rischio di soffrire non solo di cancro al seno ma anche di cancro alle ovaie.
      • Anamnesi personale di malattie del seno non cancerose quali: iperplasia atipica o carcinoma lobulare in situ .
      • Persone esposte a precedenti trattamenti di radioterapia per malattie pregresse come il linfoma di Hodgkin.
      Leggi di più  I migliori trucchi per un trucco naturale, semplice e giovanile per le donne di 30 anni | Portale Femminile

      Come diagnosticare il cancro al seno

      Attraverso un'ecografia al seno: questo dispositivo emette onde sonore chiamate sonogrammi, che producono immagini dell'interno del seno.

      Mammografia diagnostica: se si osserva qualcosa di anomalo come un nodulo al seno durante una mammografia di screening, verrà indicata una mammografia diagnostica in cui verrà dettagliato l'interno del seno.

      Per mezzo di una risonanza magnetica (MRI) del seno che scansiona il corpo attraverso un magnete collegato a un computer.

      Quando si esegue una biopsia in cui viene rimossa parte del tessuto o parte del fluido viene rimossa per lo studio al microscopio.

      Perché l'allattamento al seno può prevenire o essere un fattore protettivo per il cancro al seno?

      Come abbiamo accennato in precedenza, la causa è legata alla produzione dell'ormone prolattina. Non stiamo dicendo che l'allattamento al seno ti libererà al 100% dal cancro in futuro. Né giudichiamo quelle madri che non sono state in grado di allattare per ragioni indipendenti dalla loro volontà o perché hanno optato per l'alimentazione artificiale. , ma è stato positivamente correlato per evitarlo in quelle donne che sono ad alto rischio di soffrire di uno dei suddetti fattori. Più a lungo allatti, più efficacemente viene prevenuto

      Leggi di più  Quali tipi di occhiali o occhiali da sole per viso tondo mi stanno meglio? Impara a scegliere gli occhiali in base alla forma del tuo viso | Portale Femminile

      Alcuni specialisti affermano che l'allattamento al seno aiuta a prevenire il cancro al seno dovuto alla produzione di latte. Poiché questo riduce le possibilità che le cellule del seno si sviluppino in modo anomalo.

      Potremmo anche dire che l'allattamento al seno porta le mamme ad avere uno stile di vita più sano, a mangiare più sano ea stare alla larga da tabacco e alcol.

      L'età dell'allattamento al seno influenza la prevenzione del cancro al seno?

      Più invecchia, più rischi di subirlo. Non è molto comune incontrare donne tra i 20 ei 35 anni che ne soffrono. Tuttavia, può essere diagnosticato in tempo per la maggior parte. Quindi il tasso di superamento è molto più alto.

      Il 40% delle donne malate di cancro ha meno di 50 anni. Questo rischio aumenta dopo i 45 anni. Non dimenticare di fare l'autoesame del seno e di visitare regolarmente il medico per escludere eventuali anomalie.

      Lascia un commento

      Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

      Go up