Cosa succede agli embrioni residui nella fecondazione in vitro?

Luglio 6, 2022

Quando si effettua un trattamento di fecondazione assistita, e soprattutto di fecondazione in vitro, è necessario ottenere il maggior numero di embrioni. Questo per poter garantire maggiori possibilità di gravidanza al momento dell'impianto embrionale. Ma qual è il destino degli embrioni rimasti nella fecondazione in vitro ?

Questa è forse una delle più grandi domande che i pazienti che si sottopongono a questo tipo di trattamento possono avere. Poiché è possibile che questi embrioni vengano utilizzati in altre donne che potrebbero avere problemi di fertilità. Ma la verità è che è contenuto nella legge della riproduzione assistita e se non sai a cosa si riferisce, allora te lo spieghiamo.

    Perché è importante sapere cosa succede agli embrioni rimanenti nella fecondazione in vitro?

    Una volta praticata la fecondazione in vitro e ottenuti embrioni vitali , alcuni di essi possono essere crioconservati. Tuttavia, la coppia o la futura mamma potrebbero non conoscere l'uso finale che si può dare a questi embrioni . Pertanto, è necessario tenere conto di questo aspetto. Poiché per ragioni etiche, morali e legali devono essere loro a decidere la sorte di detti embrioni in eccedenza.

    Leggi di più  Quali sono i vantaggi di somministrare latte di capra ai neonati? | Portale femminile

    Qual è il destino degli embrioni rimanenti nella fecondazione in vitro?

    Grazie alla legge sulla riproduzione assistita, gli embrioni avanzati crioconservati possono essere riutilizzati in futuro. Questo per ottenere una gravidanza nella stessa donna o per i casi più comuni, come la donazione.

    E in questo caso vengono utilizzate da altre donne con problemi di fertilità, per svolgere studi genetici o semplicemente per essere scartate . Ma di seguito spieghiamo in dettaglio a cosa si riferisce ciascuna delle possibili destinazioni degli embrioni rimanenti.

    Uso proprio per la coppia

    Coppie o donne single che desiderano con il proprio consenso concepire un figlio, attraverso la pratica della fecondazione in vitro . Possono conservare gli embrioni rimanenti, per essere riutilizzati dalla stessa coppia o donna . Questo nel caso in cui, per diversi motivi, non fosse possibile ottenere la gravidanza al primo tentativo.

    Ma possono anche essere usati un po' di più in futuro, se la coppia o la donna desiderano e hanno l'età per mantenere una gravidanza. Utilizzare gli embrioni crioconservati , per ripraticare un trattamento di fertilità e quindi concepire di nuovo. Questo, ovviamente, evitando di ripetere gli stessi passaggi, come la stimolazione ovarica e la puntura follicolare.

    Leggi di più  Come osservare e rilevare macchie irregolari e nei sulla pelle dei bambini? | Portale femminile

    scopi investigativi

    Gli embrioni rimanenti che sono stati crioconservati dopo la fecondazione in vitro possono avere un altro scopo, anche molto lodevole. Ed è da donare a centri autorizzati a realizzare diversi progetti di ricerca medica. In questi casi è necessario che la coppia firmi un consenso.

    Donazione altruistica a fini riproduttivi

    Alcune coppie potrebbero voler donare disinteressatamente gli embrioni rimanenti. Per essere utilizzato da altre coppie, per scopi riproduttivi. Ma prima devono soddisfare una serie di requisiti e li elencheremo di seguito:

    • L'uomo da cui si estrae lo sperma per fecondare l'ovulo non deve avere più di 50 anni.
    • La donna che si sottopone a puntura ovarica non deve avere più di 35 anni.
    • La coppia deve aver subito un test genetico, questo per determinare se sono portatori di qualche malattia ereditaria.
    • Infine, è necessario eseguire una sierologia aggiornata, dopo 6 mesi dall'esecuzione del ciclo.

    Eliminazione

    L'ultima destinazione che avranno gli embrioni crioconservati sarà la loro eliminazione e questo fintanto che non ci sarà la possibilità di essere riutilizzati dalla coppia. Poiché potrebbero esserci complicazioni che impediscono lo svolgimento della gravidanza. Ma la coppia non vuole nemmeno che questi embrioni vengano donati per un uso successivo.

    Leggi di più  Cos'è il contatto zero? Qual è il suo effetto? Come funziona negli uomini? | Portale Femminile

    Per fare ciò, sarà necessario che riflettano la loro intenzione di non volere che la banca di crioconservazione continui a preservare gli embrioni. Devi farlo prima di sottoporti a un trattamento di fertilità assistita. Sebbene questa decisione possa essere modificata in seguito, se decidi di dare agli embrioni un altro uso, ricorda che appartengono alla coppia.

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

    Go up