Quali sintomi avrò dopo un trasferimento di embrioni?

Luglio 5, 2022

I problemi di fertilità che alcune coppie devono affrontare possono portarle a ricorrere a metodi o trattamenti diversi per raggiungere il loro obiettivo, per poter concepire. I trattamenti di fecondazione assistita sono oggi ampiamente utilizzati e una delle fasi più importanti è il trasferimento dell'embrione, ma sai quali sintomi soffrirai dopo averlo eseguito .

Riuscire a rimanere incinta dopo aver provato molte volte può causare molto stress , tuttavia, dopo che la fecondazione è stata raggiunta al di fuori dell'utero . C'è una parte che può essere ugualmente o più stressante ed è il trasferimento dell'embrione. Quindi, se non sai di cosa tratta questa procedura, continua a leggere questo articolo per scoprirlo.

    In cosa consiste un trasferimento di embrioni?

    Il trasferimento di embrioni è una procedura che viene solitamente eseguita nei trattamenti di fecondazione assistita come la fecondazione in vitro. Sebbene venga effettuato anche nei processi di donazione di ovociti. Che consiste nell'inserire un embrione nell'utero della donna in modo che aderisca all'endometrio e possa così continuare il suo sviluppo.

    L'embrione che viene inserito nell'utero mediante appositi strumenti è il risultato di una fecondazione in laboratorio. Che si realizza grazie agli ovuli maturi e agli spermatozoi precedentemente estratti. Dopo aver eseguito il trasferimento dell'embrione, il paziente può tornare a casa dopo 30 minuti, poiché il processo non richiede anestesia.

    È normale sentire i crampi mestruali dopo un trasferimento di embrioni?

    Dopo che una donna ha avuto un trasferimento di embrioni, non dovrebbe sentire i crampi mestruali. Anche se è possibile che presenti un leggero spotting, o altri sintomi come l'infiammazione del seno. Ma in nessun caso è normale che mostri segni di dolore come se stessero per arrivare le mestruazioni, in questi casi è consigliabile consultare il proprio ginecologo.

    Leggi di più  Cos'è una ragazza cattiva e come ottenere l'estetica cattiva? | Portale Femminile

    Che tipo di sensazioni manifestano i pazienti prima di eseguire il test di gravidanza?

    Dopo aver eseguito la procedura di trasferimento dell'embrione, la paziente deve attendere due settimane prima di eseguire il test di gravidanza. E in questi giorni la donna può avere una sensazione di allarme o essere consapevole di eventuali sintomi che si manifestano. Tuttavia, nulla di tutto ciò è conclusivo sul fatto che tu sia rimasta incinta o meno e dovresti solo aspettare che il test proceda.

    Dobbiamo sottolineare che per molte donne questo processo di attesa è solitamente pieno di molte emozioni e provoca molto stress o ansia . Per questo motivo, si raccomanda alla paziente di continuare la sua vita in modo regolare, in modo da potersi distrarre. E in questo modo si evita che preoccupazioni e paure influiscano sull'esito finale della procedura svolta.

    Principali sintomi dopo un trasferimento di embrioni

    Ogni donna dovrebbe essere consapevole che dopo aver eseguito il trattamento di fecondazione in vitro e il corpo è stato riempito di ormoni per stimolare l'ovulazione. La donna può presentare alcuni sintomi associati , i più comuni sono quelli che ti mostreremo di seguito.

    Leggi di più  Come guadagnare la fiducia di un bambino e dargli sicurezza | Portale femminile

    macchiato di chiaro

    Lo stesso giorno in cui viene eseguito il trasferimento dell'embrione o nei giorni successivi, la donna potrebbe avere macchie di sangue. E questo potrebbe essere un prodotto del processo di trasferimento stesso, dove è possibile che il catetere utilizzato per inserire gli embrioni. Attrito accidentale con le pareti della cervice, provocando lievi ferite e quindi sanguinamento.

    vertigini

    Dopo la stimolazione ovarica, dove il corpo femminile è stato riempito con un gran numero di ormoni per produrre l'ovulazione. Questo processo può causare molte vertigini alla paziente , sebbene anche il suo stato emotivo possa svolgere un ruolo molto importante, dove l'ansia è la causa delle vertigini.

    seno gonfio

    Un altro sintomo associato agli ormoni esistenti nel corpo della donna e in questo caso specifico si può parlare di progesterone ed estrogeni . Il che può far gonfiare e indurire il seno a causa della ritenzione di liquidi che si verifica anche.

    flusso copioso

    Nei primi giorni dopo il trasferimento dell'embrione, un sintomo molto comune può manifestarsi nelle donne ed è la presenza di molte perdite vaginali . Questa è un'altra conseguenza della stimolazione ovarica e non dovresti preoccuparti dell'aspetto di questo fluido.

    Minzione frequente

    Quando a una donna è stato somministrato l'ormone HCG, è molto normale e frequente che il suo bisogno di urinare aumenti . Ed è proprio ciò che si fa nella prima fase della fecondazione in vitro, cioè nella stimolazione ovarica. Anche se dobbiamo anche sottolineare che può essere un sintomo associato alla gravidanza.

    Leggi di più  A cosa serve l'olio essenziale di melaleuca e quali sono i suoi usi e benefici? | Portale Femminile

    Come dovrebbe essere la cura dopo un trasferimento di embrioni?

    Dopo che è stato eseguito un trasferimento di embrioni, la paziente dovrebbe continuare la sua vita in modo normale e di routine. Quello che puoi evitare in questi giorni è eseguire esercizi o sport ad alto impatto e non sollevare pesi . Mangiare sano ed equilibrato, avere sempre un atteggiamento positivo nei confronti della procedura appena eseguita.

    Ciò che può influenzare maggiormente la futura mamma è il tempo di attesa, dove non è possibile sapere se la procedura andrà a buon fine. Quindi, per evitare di riempirti di angoscia e ansia , è meglio essere calmi. Fai quello che puoi distrarti e questo ti aiuta a sentirti ottimista, il supporto della coppia è molto importante.

    Quando dovrei consultare lo specialista della fertilizzazione?

    Per molte coppie sembra sfuggente riuscire a concepire un figlio, ma questo non significa che tu abbia problemi di fecondazione o che tu o il tuo partner siate sterili . Potrebbero non fare la cosa giusta per rimanere incinta. Pertanto, è necessario che si rivolga a uno specialista dopo che questo processo di ricerca è durato più di un anno .

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

    Go up