Come spiegare il concetto di morte ai bambini?

Settembre 1, 2022

Rate this post

Ad un certo punto, quando siamo genitori, prima o poi dobbiamo affrontare la necessità di spiegare il concetto di morte ai nostri figli. Siamo chiaramente preoccupati di spaventare il bambino; quindi non proviamo nemmeno a risparmiare loro il dolore. Ma non è meglio insegnare loro a essere pronti quando sarà il momento? Poiché sappiamo quanto possa essere difficile affrontare questo problema, qui condivideremo una serie di suggerimenti che possono semplificarti la situazione.

    A che età è necessario parlare o spiegare ai bambini il concetto di morte?

    Si raccomanda di iniziare a parlare con i bambini di età compresa tra 18 mesi e 5 anni del concetto di morte precoce. In questa fase i bambini hanno un pensiero molto concreto, quindi tendono a prendere le cose in senso letterale. Per questo le spiegazioni che diamo loro devono essere in linguaggio diretto, in questo modo eviteremo confusione che li preoccupa e finisce per spaventarli ancora di più.

    I bambini in età prescolare tendono a guardare i cartoni in cui i personaggi muoiono e sopravvivono più e più volte, questo può fargli credere che la stessa cosa possa succedere nella vita reale, per questo dobbiamo chiarire che quando si muore il corpo smette di funzionare, mai più non mangiamo, respiriamo, non ci svegliamo più.

    Leggi di più  Quali sono i migliori esercizi per l'addome dopo il parto? Esercizi dopo il parto | Portale Femminile

    Perché è importante parlare ai bambini della morte?

    Parlare con loro di questo argomento permette loro di prepararsi per quando arriverà il momento. Dato che affrontare improvvisamente una situazione di morte con un parente stretto ma non imparentato con mamma o papà, può creare diverse paure nei bambini , come il fatto che la stessa cosa possa accadere ai propri genitori e rimanere inermi. Per questo motivo, è necessario ricordare che la morte può avvenire per diversi motivi, come la morte dopo una malattia, dove è necessario spiegare che ci sono malattie comuni come l'influenza, il dolore alla pancia o un'infezione all'orecchio, per cui i medici hanno sempre una cura che li risolva e altri che di solito sono molto gravi dove alcuni possono essere risolti e altri no.

    A parte la vecchiaia, che non è una malattia in quanto tale, ma si manifesta quando il corpo è già molto stanco dopo aver vissuto tanti anni e quindi non può continuare a lavorare. Spiegare chiaramente quanto sopra consentirà al bambino di non avere paura quando lui o un suo familiare ha una malattia.

    Ci sono anche morti inaspettate , dove è molto difficile assimilare la notizia anche per noi adulti. Ma se abbiamo già discusso questo concetto con loro in precedenza, potrebbe esserci un po' più di calma nella situazione.

    Leggi di più  Qual è il tasso di crescita di un ragazzo normale? Cosa devo fare se mio figlio non cresce come dovrebbe? | Portale Femminile

    Come possono i bambini far fronte al concetto di morte prematura?

    Se il bambino sta affrontando la morte di un animale domestico o di qualcuno conosciuto ma non vicino alla sua cerchia familiare. Potrebbe essere più facile per lui e per l'adulto sollevarlo; poiché entrambi sarebbero più sereni e avrebbero una migliore visione della morte . Chiaramente, questo non faciliterà il dolore del bambino di fronte alla morte di un membro della famiglia o di un altro significativo, ma lo aiuterà a essere più preparato ad affrontare una situazione del genere.

    Il bambino che ha saputo parlare e chiarire tutti i propri dubbi con i genitori sarà in grado di esprimere meglio i propri sentimenti e paure quando si tratta di qualcuno che gli è vicino.

    parlare ai bambini della morte

    Consigli pratici per parlare o spiegare il concetto di morte ai bambini

    scegli un buon momento

    Trova un momento in cui sono soli e possono parlare . Deve essere un posto accogliente; Può essere nella tua stanza o nella sua, puoi sederti accanto a lui o con lui, ma stai comodamente nel caso in cui tu voglia abbracciarlo ad un certo punto.

    offrire spiegazioni chiare

    Bisogna evitare di dire frasi che possono confonderlo come "sta dormendo" "è andato nell'aldilà" . È molto importante essere chiari in quello che vogliamo esprimere, quando qualcuno muore significa che non lo vedremo mai più, oppure puoi dargli un po' di calma dicendogli che "rimarranno sempre nei nostri cuori attraverso i ricordi".

    Leggi di più  Sintomi, cura e flusso del primo mese di gravidanza | Portale femminile

    Non aver paura di usare determinati termini

    Non dobbiamo avere paura di dire le cose come stanno, dovremmo solo comunicare che qualcuno è "morto" in un modo molto comprensibile, spiegare come è successo ed essere attenti a qualsiasi domanda possa avere. Se in questo momento non ti senti in grado di rispondere a domande scomode ai bambini , puoi dire loro che ti ci vorrà del tempo per pensare poiché è molto importante e vuoi rispondere bene.

    Usa un linguaggio semplice e piacevole

    Il tipo di linguaggio deve essere adeguato all'età e alla comprensione del bambino, con un tono di voce molto dolce e pacato, con vicinanza e rispetto nei suoi confronti.

    Rispetta i sentimenti dei bambini

    Dobbiamo permettergli di esprimere ciò che sente, è normale se si sente triste e fa molte domande, per le quali dobbiamo essere preparati a dare consigli in modo che possano controllare e combattere detta tristezza , ovviamente purché non sovraccarichiamo con informazioni che non sarà ancora in grado di assimilare.

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Go up