Come capire se un bambino è cieco o ipovedente

Luglio 5, 2022

La difficoltà visiva può verificarsi in alcuni bambini per diversi motivi, la maggior parte proviene dalla nascita e sfugge alle mani di specialisti. Ma questo non è un impedimento affinché i bambini non possano essere inclusi nella società. Esistono esercizi e linee guida che aiutano a migliorare la qualità della vita dei bambini con difficoltà visive.

    Quali sono le cause dei problemi di vista nei bambini?

    I disturbi visivi nei bambini sono difficili da riconoscere immediatamente, è necessario osservare il loro comportamento in dettaglio. Le cause principali sono disturbi di origine ereditaria, congeniti come rosolia in gravidanza, atrofia del nervo ottico, disturbi di origine traumatica della retina, tumore retinico, infiammazione e degenerazione del nervo ottico, ambliopia o anche detto occhio pigro .

    Quando deve essere eseguito il primo controllo visivo sul bambino?

    Non ci si deve aspettare che i bambini crescano e identifichino da soli la loro situazione visiva, la prima consultazione con l'oftalmologo dovrebbe essere fatta a 6 mesi di età , e quindi qualsiasi irregolarità viene attaccata in tempo. In questo modo si escludono molti problemi ereditari.

    Com'è il comportamento di un bambino non vedente o ipovedente

    Ci sono diversi segnali che fanno sospettare ai genitori un problema con la vista di un bambino. Poiché non è solo a livello di vista, ma questo problema crea altri tipi di situazioni, ritardandone il normale sviluppo . Alcuni esempi di ritardi sono i seguenti:

    Leggi di più  Come prendersi cura e proteggere i propri figli dai social network e dai pericoli di Internet | Portale Femminile

    ritardo nella scansione

    Normalmente è difficile per loro iniziare a eseguire la scansione, poiché di solito iniziano questo processo dopo un anno. Ma quando un bambino ha problemi di vista, ovviamente è insicuro e non è così rischioso muoversi per terra da solo. Ma se dopo aver compiuto un anno, tuo figlio continua a non gattonare o provare a camminare, dovrebbe essere valutato.

    Non si fissano su luci o oggetti luminosi

    È abbastanza comune che i bambini siano distratti dalle luci. Tuttavia, nei bambini con disabilità visive non sono attratti da luci o oggetti luminosi, poiché non sono in grado di distinguere la luce e in alcuni casi li disturba.

    Non identificano gli oggetti davanti a loro

    Quando posizionano alcuni oggetti proprio accanto o davanti a loro, non reagiscono per prenderli, poiché non possono vederli o è difficile per loro distinguerli. Questi test dovrebbero essere eseguiti con giocattoli o cibo e oggetti colorati che attirino l'attenzione. Se la tua risposta non è quella prevista, devi prendere le correzioni.

    Quanti tipi di test o test visivi ci sono per i bambini?

    Esistono molti modi per testare i bambini per eventuali anomalie visive , tra cui: risposta alla luce, risposta della pupilla, capacità di seguire un oggetto, questi vengono eseguiti nelle prime valutazioni mediche. Ma ci sono altri test che stimolano gli occhi e vengono eseguiti con uno speciale dispositivo attaccato al bambino, che registra l'attività elettrica del cervello con le luci.

    Leggi di più  Come curare l'occhio pigro nei bambini con una benda sull'occhio

    Che tipo di problemi di vista devono affrontare i bambini?

    Alcuni dei problemi che un bambino può incontrare sono i seguenti: dotti lacrimali ostruiti, cataratta, astigmatismo che è la forma irregolare della cornea che rende difficile vedere l'intera immagine, miopia, difficoltà a vedere da lontano, ipermetropia, difficoltà a vedere da vicino , in i bambini di solito si presentano lievemente; occhi disallineati.

    I migliori esercizi per un bambino non vedente o ipovedente

    I genitori dovrebbero mantenere un esercizio continuo per un bambino con disabilità visiva, poiché la routine lo renderà indipendente. Si ritiene che la mancanza di stimolazione al momento giusto possa avere effetti permanenti e irreversibili sullo sviluppo cerebrale.

    stimolazione tattile

    Il bambino che soffre di malattie agli occhi può iniziare ad identificare gli oggetti con le mani , è importante che sia stimolato ad usare il tatto frequentemente. Dovresti guidarlo attraverso il percorso di routine a casa, raccontandogli ogni ostacolo che è presente per il suo movimento sicuro, dargli la bottiglia e insegnargli a tenersi.

    Leggi di più  Come fare un lavaggio nasale sui neonati o pulire correttamente il naso di un bambino | Portale Femminile

    stimolazione uditiva

    È importante sviluppare la stimolazione uditiva nei bambini con problemi visivi , poiché insieme al tatto possono essere guidati attraverso i sensi, un esercizio importante per imparare è ascoltare, ripetere parole e quindi riconoscere le persone, mostrare loro il suono di alcuni animali.

    orientamento e mobilità

    I bambini con questa condizione devono essere pazienti, poiché è necessario più tempo per il loro apprendimento, ma non devono essere lasciati, poiché devono essere inseriti nella società esercitandosi con loro andando al parco, a scuola , in spazi aperti dove potersi muovere ed entrare in contatto con gli altri.

    Locomozione

    Esercizi di coordinazione ed equilibrio vengono utilizzati per ottenere la libertà di movimento dove sono incluse le estremità , poiché è uno strumento di base per esplorare l'ambiente. In questo è stato dimostrato che i bambini non vedenti o ipovedenti sviluppano il loro linguaggio del corpo in modo innato.

    riconoscimento del corpo

    Fin dall'inizio, le parti del loro corpo dovrebbero essere indicate loro in modo che possano identificarle in sicurezza. Mettere le mani su ogni parte e dire loro i loro nomi è una strategia perfetta che può essere fatta con i bambini fin dalla più tenera età.

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

    Go up